You, can not right click on this page/site, sorry :)

La Più Bella di Tutte

Mi è venuto in mente ieri mentre stavo guidando, così la sera sono andato a controllare: da poco è corso il ventesimo anniversario dalla prima cosa che ho scritto, una poesia.
Niente di importante, solo una commemorazione personale.
Così sono andato a riprendere e sfogliare i miei diari dove annotavo le mie poesie, i miei pensieri, i miei racconti (prima che, ahimè, sono passato anche io ad usare il computer…).
Ho sbirciato qua e là, riletto qualcosa, sfogliato le pagine dei ricordi: li, in quei tre diari impolverati e ingialliti dal tempo, c’è quasi metà della mia vita.
Ci sono gli anni della ribellione, o del delirio come amo chiamarli, in cui cercavo a tutti i costi di trovare un posto nel mondo.
Ci sono le mie vittorie, le mie sconfitte, i miei sogni e le mie domande.
Ci sono alcune donne, qualcuna che è riuscita a riempire anche più di una pagina, qualcun’altra solo poche righe.
Ci sono le mie montagne, amiche intime e fedeli, e le mie fughe in Natura, come punto fermo in tutti questi anni.
Vent’anni di vita tra le mani..
E mentre sfogliavo, anno dopo anno, rivedevo immagini, persone, sensazioni e odori che custodisco nel bagaglio dell’esistenza che mi porto dietro.
E sono andato a pensare alle migliaia di foto che ho di tutti questi anni, sovrapponendole mentalmente alle cose che leggevo.
E pensavo: qual’è la cosa più bella che abbia mai scritto? E la foto più bella che abbia mai scattato?
Impossibile stilare una classifica, non ci riesco: alcune sono belle, almeno personalmente, ad altre sono affezionato per i ricordi che riescono a rinverdire (nel bene e nel male); altre le detesto addirittura, lontane come sono da quello che sono diventato adesso (ma che comunque sono state essenziali nel processo della mia maturazione).
Qual’è la più bella di tutte?
Nessuna forse, perché mi sembra sempre che manchi quella parola giusta, quella frase, quel particolare non messo a fuoco a dovere…
E allora la più bella di tutte sarà quella che scriverò, o scatterò, in futuro.

Eternamente insoddisfatto, lo so, ma per mia scelta, se questo aiuta a crescere, a cercare, a vivere…

Leave a comment