You, can not right click on this page/site, sorry :)

Un’Aquila Nota e una Sconosciuta

CONTEA DELLA SCANIA, SVEZIA // Vi ricordate le due aquile che mi passarono proprio sopra la testa?
Bene: di una sono riuscito, ingrandendo le foto, a leggere tutti e 4 i numeri dell’anello di identificazione ed ho ricevuto la risposta dal Centro di identificazione degli uccelli svedese (Ringmärkningscentralen).

Ah, Ancora Tu

CONTEA DELLA SCANIA, SVEZIA // Avevo già fotografato questa poiana, da lontano, e molte altre volte la avevo vista e ammirata. Conoscere dove gli animali vivono è anche questo, tornare nei soliti luoghi e saper aspettare. Chissà, magari lei riconosce me come io ho imparato a riconoscere lei.

Così Vicino

CONTEA DELLA SCANIA, SVEZIA // Così vicino da quasi toccarle. Così vicino da non sapere quale scegliere da fotografare. Così vicino da sentire il battito delle loro immense ali. Così vicino da guardarle dritto negli occhi.

Aquila di Mare

CONTEA DELLA SCANIA, SVEZIA // La primavera e l’estate non sono i periodi migliori per vedere i grandi rapaci, molto meglio l’autunno inoltrato o l’inverno. Eppure gli incontri non sono del tutto impossibili e, come in questo caso, a volte del tutto inaspettati.

Ero in una zona che conosco, ma questa volta stavo percorrendo una nuova strada sterrata tra campi coltivati e foreste; avevo appena fotografato dall’abitacolo della macchina un capriolo maschio, quando ho visto qualcosa di grande e scuro muoversi al di sopra degli alberi. Sono andato incontro, ho attraversato un piccolo lembo di bosco e, dalla parte opposta, ho visto volare un nibbio reale.

Armonia

CONTEA DELLA SCANIA, SVEZIA // Ho già raccontato della bellezza del Nibbio Reale.
Qualche giorno fa ho avuto la fortuna di trovarmi nella visuale di un esemplare curioso che mi è passato sulla testa tre volte… e io non ho perso l’occasione!

Aspetta e aspetta, ma poi…

CONTEA DELLA SCANIA, SWEDEN // Un paio di giorni fa sono andato a “caccia” di aquile, ho raggiunto la zona in cui sono presenti sia le aquile di mare che le aquile imperiali, ho raggiunto un laghetto e sono rimasto circa un’ora in attesa che qualcosa succedesse.
Lo ammetto, iniziavo ad annoiarmi e altri fotografi, che nel frattempo avevano rinunciato e se erano andati, mi avevano quasi convinto a mollare