You, can not right click on this page/site, sorry :)

Riduci le Restrizioni

Fino a poco tempo fa ero autolesionista, auto-limitativo: inconsciamente limitavo il flusso della vita verso di me e, passivamente, lasciavo che questa scivolasse via veloce.

Senza fare niente, apatico nella nullità dei giorni tutti uguali, i miei pensieri erano incentrati solo sui differenti problemi e, soprattutto, sul fatto che non era possibile risolverli, che difficilmente ci sarebbe stata una via di uscita. E allora, piano piano, avevo toccato il fondo e sembrava che avevo deciso di restarci un bel po’.

Ma sono un lottatore, sono  uno che non si arrende, uno che la vita la sa e la può mordere.

Per Non Smettere di Sognare

Da un po di tempo ho deciso di tornare a farlo. Non costa nulla e fa bene.
Sono un sognatore, immagino e creo disegni e prospettive nella mia mente.
Lascio che il bambino che ho dentro torni a giocare senza preoccuparsi di fermarsi a pensare.
Sogno, immagino, invento.

Sorry un Cazzo

Qualche post fa raccontavo, in parte, del cammino che possiamo intraprendere verso il raggiungimento della felicità, della pace interiore o, comunque, di una vita più serena.
In realtà dicevo di lavorare su se stessi, anche se non è un lavoro duro, anzi, se preso bene diventa anche piacevole e, ottenendo i primi piccoli grandi risultati, appagante.
Ma è un lavoro continuo, senza tregua, perché si tratta di cambiare le proprie idee e convinzioni, controllare i propri pensieri, cercando di incanalarli verso l obiettivo prefissato, cercando di sintonizzarsi su una lunghezza d’onda positiva.

Stupisci la Vita e Stupisciti Ancora

Il fine settimana scorso sono stato in Polonia, a Varsavia.
Sono atterrato poco dopo la mezzanotte in un aeroporto sconosciuto e vuoto. Ho preso il primo taxi che, poco dopo, mi ha lasciato in una strada periferica, deserta, fredda.
Ho tentennato cinque minuti, li fermo con la mia valigetta in mano, chiedendomi cosa diavolo facessi in quel posto. Poi è arrivato il mio contatto, la persona che mi ha attirato in questo viaggio, e siamo saliti ad una festa di compleanno dove ho incontrato una cinquantina di persone che non avevo mai visto in vita mia.

Opportunità

Ho letto qualche giorno fa che in Svezia abbiamo raggiunto i 400.000 disoccupati che, su una popolazione tra i nove e i dieci milioni di persone, è una percentuale ragguardevole e preoccupante.
Io stesso ho vissuto sulla mia pelle cosa vuol dire cercare lavoro e vedersi sbattere in faccia tutte le porte, a malo modo o nella più totale indifferenza.

Chi Semina Raccoglie

Da un po’ di tempo a questa parte, mi sono avvicinato a quella che chiamano la corrente del “pensiero positivo”.

Nella vita bisogna sempre toccare il fondo per aggrapparsi poi a qualcosa (qualunque cosa sia) per risalire a galla. A me successe circa tre anni e mezzo fa’ quando, dopo un lungo periodo (per mia scelta) a folle discesa verso i gradini più bassi della vita, mi ritrovai con due sole opportunità: rimanere sul fondale, o decidermi a risalire.