You, can not right click on this page/site, sorry :)

La Natura e l’Importanza di Stare da Soli

Ultimamente ho trovato spesso su Fb la “notizia” che gli psicologi raccomanderebbero passeggiate in Natura, nei boschi soprattutto, come sostitutivi degli antidepressivi.
Lo ammetto, non ho mai approfondito la questione, sono un po’ scettico a tutti i siti che riportano informazioni generiche(per esempio, da anni viene periodicamente riproposta la notizia che in Svezia le ore di lavoro giornaliere diminuiranno da 8 a 6 e, vivendoci, vi assicuro che non è vero!), e anche se uno psicologo o più avessero fatto realmente una affermazione del genere, non è detto che l’intera classe medica si muoverà in quella direzione.

Sereno

CONTEA DELLA SCANIA, SVEZIA //

Per quanto se ne possa pensare, qui nel sud della Svezia la neve è un fatto abbastanza raro e sporadico, soprattutto a Malmö e lungo la costa. Avere poi una discreta nevicata seguita da una giornata di sole è un fatto del tutto eccezionale.

Così quando sono tornato dalla Polonia trovando una Svezia imbiancata, dopo averne avuto un piccolo assaggio girovagando un po’ appena atterrati (poi siamo andati a riposare essendoci dovuti svegliare alle 3.30 della mattina…) e dopo aver controllato le previsioni per il giorno dopo che davano bel tempo, ho deciso di dedicare l’intera giornata ad un’uscita fotografica.

 

La Possibilità di Scegliere

Questa mattina mi sono svegliato tardi: ieri sera ho dimenticato di rimettere la sveglia e così ho dormito qualche ora in più.

Mi sono svegliato comunque contento, e riposato (probabilmente ne avevo bisogno) e ho riveduto la mia giornata: niente allenamento, recupero domani; magari invece di prendere l’autobus, accorcio la strada così almeno faccio qualche km a piedi.

Così, cambiando itinerario, mi accorgo di camminare lungo la stessa strada che prendevo fino ad un anno fa per andare a lavorare. E come se “dovessi” passare di lì, mi accorgo che lungo quel tragitto avevo tralasciato dei pensieri, buttati li per caso, e che era forse arrivato il momento di tornare a raccogliere.

Patagonia

Ciao…

Aveva mandato il suo SOS ma nessuno lo aveva ricevuto. Ci aveva provato, ma nessuno lo aveva capito.

Pierino e il lupo forse e una situazione per certi versi paradossale.

D’altronde neanche lui sapeva bene che aiuto stava cercando. Solo allora lo aveva capito, quando ormai era troppo tardi e non c’era nessuna via di ritorno, almeno per il momento.

 

Il Lavoro Nobilita l’Uomo

Ho sempre avuto un rapporto contorto con il lavoro, ossia non sono ancora riuscito a capire quanto questo influenzi la vita privata e viceversa.
Fino a poco tempo fa mi lamentavo di come il mio lavoro mi togliesse completamente l’ispirazione e, soprattutto, la voglia di fare: facevo il mio dovere di bravo cittadino, lasciando scivolare la vita su di me, in attesa di qualche weekend o del mese di ferie.

Vivere il Momento

Siamo spesso portati a rimandare le cose.
Rimandiamo a domani, al fine settimana, al mese prossimo, quando si avvicina dicembre rimandiamo all’inizio del nuovo anno.
Come se, rimandare le cose, comporti un miglioramento o magari una magia che faciliti o magari risolva tutto.
Rimandiamo decisioni, rimandiamo appuntamenti, rimandiamo promesse da mantenere, rimandiamo scelte importanti per noi e per cambiare quello che vorremmo nella nostra vita.

Stupisci la Vita e Stupisciti Ancora

Il fine settimana scorso sono stato in Polonia, a Varsavia.
Sono atterrato poco dopo la mezzanotte in un aeroporto sconosciuto e vuoto. Ho preso il primo taxi che, poco dopo, mi ha lasciato in una strada periferica, deserta, fredda.
Ho tentennato cinque minuti, li fermo con la mia valigetta in mano, chiedendomi cosa diavolo facessi in quel posto. Poi è arrivato il mio contatto, la persona che mi ha attirato in questo viaggio, e siamo saliti ad una festa di compleanno dove ho incontrato una cinquantina di persone che non avevo mai visto in vita mia.

La Vita è Forse Sempre la Stessa, Ma Cambia il Modo di Concepirla

Mi sono assentato un po’ dal blog, era arrivato il momento di dedicare un po’ più di tempo a me stesso.
Per riordinare e cambiare la mia vita, o almeno la visione che avevo di essa.

Sono tornato a scrivere nuove pagine del mio libretto di istruzioni, a correggere le parti già scritte, a completarle.

Il Lavoro e l’Utopia del Dolce Far Niente

Ho lavorato quasi 20 anni. Ho fatto un po di tutto, tanti diversi lavori e solo in rare occasioni mi sono sentito veramente soddisfatto e appagato. Il più delle volte mi sono ritrovato a maledire il posto di lavoro e il tempo che non passava mai in un continuo countdown aspettando la fine del servizio, il weekend, le vacanze.