You, can not right click on this page/site, sorry :)

Voglia di Andare

Penso spesso ai paesaggi sconfinati della Patagonia Argentina. Non ho bisogno di riguardare le migliaia di foto che ho scattato allora, porto questi paesaggi dentro di me e spesso le immagini sfilano davanti ai miei occhi, come un lento slide-show, sulla musica della mia malinconia. E penso…
Penso alla grandezza, all’immensità, ad una natura sconfinata così difficile da immaginare e credere reale.
Difficile credere che ci siano ancora posti così, immacolati e selvaggi, in un mondo che avanza e distrugge.
Difficile, se non impossibile, non sentirsi stretti chiusi nelle mura della nostra abitazione, del nostro lavoro, del nostro futuro già disegnato.
E allora torna la voglia di andare, di viaggiare, di scoprire angoli remoti dove, forse, è possibile ritrovare se stessi. Penso al film “Into the Wild” e a Christopher McCandless ; penso a “Grizzly Man” e Timothy Treadwell; penso a Carlo e al suo “Giro del mondo senza aerei”.
Persone, ragazzi, che hanno avuto il coraggio di inseguire i loro sogni, di fare qualcosa di più in questo mondo, per non morire di lavoro, di routine e di passaggi imposti dalla società nella vita di ognuno.
E maledico me stesso per non aver (ancora) avuto il coraggio di andare come ho sempre sognato, per non essere riuscito a lasciare una vita che mi ingabbia; per aver sempre trovato solo e soltanto scuse anche quando era inconcepibile ammettere di avere un solo posto dove vivere e tornare, con un mondo sconosciuto là fuori.
Perché non si può e non si dovrebbe sprecare un’esistenza….

Leave a comment